© Texilservice s.r.l. Socio Unico - Via Tommaso da Cazzaniga 9/4, 20121 Milano Tel +39 02 86465011 Fax +39 02 86465009; Trib. Milano n. 24887516559/25

P.IVA 07926050159 C.C.I.A.A. Milano n. 1193242 Capitale Sociale int. Vers. Euro 115.000

dettagli moda italia

tulle, pizzi, nastri, ricami, zip, piume, passamanerie

Tulle

 

Il suo nome viene dalla città francese di Tulle; è un tessuto creato da fili che si intrecciano in modo molto aperto, creando una rete trasparente ma molto stabile. Ne risulta un intreccio rarefatto, con fori esagonali, solido, resistente e duraturo. Il tulle trova impiego in molti campi:

• arredamento per tendaggi e zanzariere

• abbigliamento femminile: per biancheria fine, volant e applicazioni su abiti

• matrimonio: nella confezione di abiti e veli da sposa, nelle bomboniere, negli ornamenti

• danza: elemento fondamentale nella confezione dei tutù

• decorazione: per fiocchi e addobbi, molto usato per confezioni floreali e dolciarie

• vetrinistica

• costumi: per travestimenti carnevaleschi e teatrali

• industria per filtri, retine e copricapi nel settore alimentare

• ricamo

Può essere realizzato con differenti materiali che ne determinano le caratteristiche e la mano morbida o rigida.

In fibre tessili naturali come cotone, seta e o sintetiche come cupro, poliestere, nylon, lurex.

 

Nastro

 

Striscia leggera in tessuto, di composizione variabile usato come elemento decorativo o per allacciare, la cui altezza non supera i 18 cm.

Può presentarsi in versione: unita, stampata, ricamata.

In particolare si identificano: nastro cannetè, nastro crochet, nastro dirittofilo, nastro elastico, nastro rigido, nastro sbieco, nastro jacquard.

 

Pizzo (merletto)

 

Particolare lavorazione dei filati per ottenere un tessuto leggero, prezioso e ornato. Può essere realizzato a mano o a macchina.

Il merletto realizzato a mano, a seconda dello strumento utilizzato per la lavorazione, può essere:

• a tombolo con bastoncini detti solitamente fuselli

• ad ago, eventualmente anche su rete fatta a mano, detta rete amòdano, o fatta a macchina

• senza l'ausilio di strumenti specifici, come nel macramè

• ad uncinetto

La realizzazione dei merletti è diffusa in tutta Italia da secoli, molti pizzi hanno finito per assumere caratteristiche particolari in alcune zone, per cui il loro nome è accostato a denominazioni di località (per esempio, sono famosi il puncetto della Valsesia o il pizzo Venezia, o il tombolo di Cantù).

Genericamente, più il filato è sottile più il merletto (pizzo) risulta impalpabile e viene considerato prezioso. Sono usati di solito filati di cotone, ma anticamente si utilizzavano anche fili di seta, d'oro e d'argento per alcune lavorazioni più pregiate: materiali non solo preziosi, ma anche difficili da lavorare.

Oggi talvolta vengono realizzati gioielli con la tecnica del tombolo e filati dorati o argentati.

Esistono varie lavorazioni di PIZZO (MERLETTO): pizzo a bande, pizzo a medaglione, pizzo all over, pizzo a fuselli meccanici, pizzo a tombolo, pizzo Chantilly, pizzo Raschel, pizzo Valenciennes.

 

Ricamo

 

Lavoro di cucito che consiste nell’eseguire con l’ago dei punti decorativi su un tessuto secondo un disegno predisposto. Può essere realizzato a mano o a macchina, utilizzando tecniche diverse e numerose tipologie di punti.

È un'arte finissima praticata fin dai tempi antichi ed e tuttora un hobby diffuso in tutto il mondo. Il ricamo si esegue con lana, cotone o altro filato naturale, artificiale o sintetico di vario spessore; di solito il filato più sottile e robusto viene impiegato per le sfilature (orlo a giorno, gigliuccio...) e quello più grosso per gli altri tipi di ricamo.

 

Zip

 

La cerniera lampo, detta anche ZIP, chiusura ZIP o BOTTEGA è un dispositivo veloce di chiusura per capi d’abbigliamento, borse, stivali etc. È costituito da due fettucce fornite di dentini metallici o di plastica che si incastrano tra di loro azionando un cursore a sua volta agevolato, nella corsa, da un tiretto o pendente.

La cerniera lampo può essere inserita in modo da essere ben visibile (e quindi utilizzata a scopo decorativo), seminascosta o del tutto invisibile. La cerniera lampo è delimitata in alto e in basso con particolari in metallo che impediscono la fuoriuscita del cursore. Se ne producono, infatti, di tutte le lunghezze previste dagli standard correnti e con fettucce in tutte le tonalità di colore, per consentire l’applicazione su qualunque capo d’abbigliamento.

 

Piume

 

Oggetto, accessorio, usato sin dagli albori della civiltà. Le piume hanno innumerevoli usi sia pratici, che culturali e religiosi.

Le piume sono sia soffici che calde; per questo motivo vengono utilizzate per i letti, sia nel riempimento dei cuscini che nei piumini usati come coperte. Vengono anche usate nell'imbottitura di indumenti per la stagione fredda come giacche e giubbotti imbottiti.

Grazie all’innovazione tecnologica, il semplice utilizzo di piume come oggetto funzionale si è trasformato in accessorio, in un ”particolare”, da abbinare a qualsiasi capo: boa, frangia, incollaggio su altri materiali, applicazioni a forma di fiori o altri ornamenti, confezioni e filati.

 

Passamaneria

 

Categoria merceologica che individua una guarnizione particolare dagli intrecci elaborati e complessi, realizzata su appositi telai.

In senso lato, questo vocabolo è usato per indicare il complesso dei passamani, cioè l’assortimento di tessuti o intrecci usati per guarnizione nell’abbigliamento o nell’arredamento.

Gli scopi per cui si utilizza sono due: quello strutturale di finitura, per coprire giunte, fermare orli, impedire lo sfilacciamento; quello estetico di decorazione, sicuramente il più importante, per abbellire e costruire decorazioni. Si applica con una cucitura, se su materiale morbido (tessuto, pelle, feltro), con la colla se su materiale rigido.

Vari i materiali impiegati.

Un tempo veniva usata principalmente la seta per l'aspetto lucido, il lino e il cotone.

Oggi sono più comuni le fibre sintetiche abbinate a perline in vetro o lustrini in plastica, fili dorati o argentati, particolari metallici.

 

Pailettes

 

Piccoli dischi, in plastica o metallo colorato, con elevata proprietà riflettente.

Grazie al foro centrale vengono applicate su abiti ed accessori.

Possono assumere diverse forme e dimensioni e donano al capo un effetto luminoso e brillante: ravvivano il nero, rendono i colori più vivaci e accesi e lasciano che il bianco scintilli.

Hanno vissuto il loro periodo di maggiore utilizzo negli anni ’70, grazie alla popolarità del glam rock e dei suoi esponenti dal look vistoso e colorato, per diventare poi accessorio essenziale nella realizzazione degli abiti da sera e da sposa.

 

Applicazioni

 

Accessori tessili e non tra cui si possono annoverare:

• strass e materiali termoadesivi

• pietre acriliche e sintetiche

• perle in Abs

• borchie

• occhielli

• rivetti

• maglie metalliche

• patch

• passanti

• transfer